Vai al contenuto
The MasTer

Gamezone ristampa Heroquest per il 25° anniversario

  

123 voti

  1. 1. Quanto hai investito in HQ25th?

    • Niente, non so cosa sia.
      4
    • Niente, non mi sono mai fidato.
      65
    • Pledge 3 (110,00 Euro o superiore)
      54
    • Pledge 2 (80,00 Euro)
      0
    • Pledge 1 (65,00 Euro)
      0


Recommended Posts

Il fatto è capire se l'intenzione è una riedizione con restyle grafico della mitica scatola del '90 o se hanno avuto intenzione di mettere le mani sopra anche al regolamento (cosa che non mi farebbe gridare allo scandalo se l'operazione fosse ben fatta).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non ho capito male non hanno i diritti per riprodurre paro paro tutti i contenuti di HQ, ma hanno registrato solo il nome di HeroQest (valido per la Spagna), quindi penso che per forza di cose sono obbligati a rivedere il regolamento, quest, nomi personaggi ecc. 

Fatta questa premessa, HQ all'epoca aveva un regolamento semplice e immediato indirizzato genericamente ad un pubblico di adolescenti (non esistevano ancora i videogiochi di massa), mentre oggi riproporre un regolamento simile a HQ non avrebbe più senso, dovranno puntare ad un regolamento più evoluto (si spera senza complicare troppo le cose) perchè ormai il target è passato ad un pubblico adulto di nicchia molto più esigente.

In ogni caso qualunque sia la loro proposta non penso che facciano fatica a piazzare il loro prodotto, a parte il nome HQ che vende già da solo, basta vedere il successo attuale che hanno su KS tutti i vari BG che contengono miniature, per dire anche giochi simil Risiko/Monopoli una volta che sono infarciti di miniature di buona fattura vengono piazzati senza battere ciglio.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che la chiave sia l'apertura agli add-on, alla personalizzazione. Il successo di Heroquest non era solo nel target ma nella capacità che il sistema di gioco aveva di modulare in continuazione, essere alterato e amplificato. E questo proprio perché le regole erano semplicissime.

Pochissimi altri giochi da tavolo vantano una caratteristica come questa e avere un regolamento più complesso non rende il gioco migliore o dedicato ad un target diverso: qui è pieno di 30.35enni che preferiscono Ghosts 'n' Goblin a Left for Dead 2 e se avete la pazienza di fare un po' di ricerche nei risultati delle vendite degli attuali videogames vi renderete conto delle piccole startup che si sono arricchite con giochini da pochi kb e di come anche le "grandi" stiano dando nuovamente spazio a principi di gioco quasi-elementari (chi ha giocato a quel capolavoro che si chiama Limbo?).

 

No, non credo che la chiave sia un regolamento di 50 pagine o un mazzo di 200 carte con grafica stellare: se vogliono che il gioco continui a respirare occorra dare allo stesso possibilità di intervento da parte di chi gioca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con entrambi, anche se penso che la grafica conti parecchio (qualcuno ha detto Dungeon Venture?).

 

Secondo me il regolamento che abbiamo creato qui sul forum sarebbe un'ottima base di partenza perché è fedele all'originale, semplice ma offre diverse possibilità, restando ampiamente taroccabile.

 

Sono sempre più curioso di vedee questo prodotto :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che la chiave sia l'apertura agli add-on, alla personalizzazione. Il successo di Heroquest non era solo nel target ma nella capacità che il sistema di gioco aveva di modulare in continuazione, essere alterato e amplificato. E questo proprio perché le regole erano semplicissime.

Pochissimi altri giochi da tavolo vantano una caratteristica come questa e avere un regolamento più complesso non rende il gioco migliore o dedicato ad un target diverso: qui è pieno di 30.35enni che preferiscono Ghosts 'n' Goblin a Left for Dead 2 e se avete la pazienza di fare un po' di ricerche nei risultati delle vendite degli attuali videogames vi renderete conto delle piccole startup che si sono arricchite con giochini da pochi kb e di come anche le "grandi" stiano dando nuovamente spazio a principi di gioco quasi-elementari (chi ha giocato a quel capolavoro che si chiama Limbo?).

 

No, non credo che la chiave sia un regolamento di 50 pagine o un mazzo di 200 carte con grafica stellare: se vogliono che il gioco continui a respirare occorra dare allo stesso possibilità di intervento da parte di chi gioca.

 

Non dico di arrivare ad un regolamento e ai contenuti mastodontici in stile Descent, ma senza complicare troppo le cose qualcosa di più profondo non guasterebbe, se ad esempio prendono spunto direttamente dalla versione US di HQ (caratteristiche mostri, incantesimi del caos ecc) è già un buon inizio, poi ad esempio aggiungerei una minina crescita del personaggio (niente di complicato ma ad esempio un dado in più ogni tot) anche l'esito del combattimento si potrebbe bilanciare meglio chessò magari sommando al lancio dei dadi (fortuna) una parte fissa legata alle caratteristiche del personaggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche l'esito del combattimento si potrebbe bilanciare meglio chessò magari sommando al lancio dei dadi (fortuna) una parte fissa legata alle caratteristiche del personaggio.

Mmmh, su questo sarei contrario, per due motivi:

- in HQ anche un Goblin può seccare un Barbaro. Certo, con molta fortuna ed in effetti anche pensandoci in termini reali sarebbe ben difficile, ma può accadere. E questo secondo me è cosa buona e giusta.

- Vuoi mettere la soddisfazione di tirare 8DC e lisciare completamente il bersaglio? Sai quante risate che ci facciamo metre giochiamo quando capita! :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Notizia che rimbalza da un po' ovunque, confermata da uno della Gamezone...

L'Italiano dovrebbe essere una delle lingue in cui verrà tradotto il gioco....tramite i rivenditori online non dovrebbe essere difficile reperirlo, quando uscirà...

Sicuramente parteciperò al KS.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma il KS avrà l'italiano?

 

Pure io vorrei partecipare, ma non sono pratico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


FORUM ITALIANO DI HEROQUEST

Il Forum Italiano di HeroQuest è gestito dalla redazione Heroquestgame.com, online dal 1999. Le risorse che troverai qui sono tutte gratuite, nella maggior parte dei casi in italiano e se stavi cercando un posto per far rivivere la tua passione per HeroQuest, la tua ricerca è terminata. Benvenuto nel mondo dei dungeon da liberare, delle missioni da compiere ai confini del conosciuto, delle armi da forgiare, dei misteri da svelare.
Benvenuto nel mondo di HeroQuest.

HeroQuest è un marchio della Hasbro - Games Workshop Inc. - Tutti i diritti sono riservati. Questo sito non intende ledere in modo diretto o indiretto diritti di copyright legati alla proprietà del marchio ma esiste esclusivamente per lo scopo di continuare a diffondere la conoscenza del gioco e delle sue espansioni. 

HeroQuest is a trademark of the Hasbro - Games Workshop Inc. - All rights reserved. This site doesn't intend to injure in direct or indirect way copyrights to the ownership of the trademark but it exclusively exists for the purpose to keep on spreading the knowledge of the game and its expansions.  

Facebook

×