Jump to content
Rafael

Qual è il vostro fumetto della Bonelli preferito?

Qual è il vostro fumetto della Bonelli preferito ?  

15 members have voted

  1. 1. Qual è il vostro fumetto della Bonelli preferito ?

    • Tex
      5
    • Zagor
      1
    • Mister No
      0
    • Martin Mystere
      1
    • Dylan Dog
      3
    • Nathan Never
      3
    • Brendon
      0
    • Dampyr
      1
    • Demian
      0
    • Julia
      1


Recommended Posts

comunque visto che non so resistere alla cosa di votare :lol: voto il BVZM perchè ad Alfredo Castelli ci voglio bene (anche per l'omino bufo) e perchè mi ha insegnato tante cose curiose col suo fumetto e poi perchè idolatro senza ritegno i disegni di Alessandrini


La firma di Bucky

Share this post


Link to post
Share on other sites
a Luca Enoch se lo incontro per strada manco lo saluto anzi gliene dico quattro perchè Gea li ho

comprati tutti di nascosto in edicola, perchè in fumetteria ciò una reputazione io cosa credete, riuscendo anche a digerire alcune boiate perchè (sia maledetto!) riusciva a disseminare qua e là

dei flashback o flashforward con estrema abilità che mi incuriosivano e c'era John Belushi nel cast.

la serie poi si è conclusa in una maniera indegna perchè aveva fretta. non comprate Lilith che farà la stessa fine.

 

buuu Enoch buuu !!!

 

Ciao Bucky, Morgana di Enoch l'hai letto?


I guerrieri vestono di nero perchè piangono la morte dei loro nemici

Il Mondo non lo abbiamo ereditato dai nostri Genitori, lo abbiamo in prestito dai nostri Figli.

http://heroquestchronicles.forumfree.it/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bucky sei sempre il solito :lol: :lol: :lol: e cmq lo sapevo che avresti votato lo stesso :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

anzichè sperperare euri con le cose di Enoch e soci (così imparano ad avere rispetto per il lettore che li spende) ora io vi dico adesso che cosa:

 

è uscita da un annetto la ristampa della saga de "L'Incal" di Moebius e Jodorowski per i tipi della Magic Press.

20 euro. uno dei massimi capolavori del fumetto mondiale della galassia.

se non l'avete letto non avete nessuna scusa per comprare altro ecco.


La firma di Bucky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente ci sono opere di qualità deciamente più elevata in commercio, ma ciò che mi affascina della bonelli è il fatto che un personaggio ti accompagna per tutta la vita, ad ogni anno di storie è legata una parte della tua vita.


I guerrieri vestono di nero perchè piangono la morte dei loro nemici

Il Mondo non lo abbiamo ereditato dai nostri Genitori, lo abbiamo in prestito dai nostri Figli.

http://heroquestchronicles.forumfree.it/

Share this post


Link to post
Share on other sites
un Tex me lo leggo volentieri ancora oggi

credo che Tex sia uno dei pochi fumetti che ha mantenuto lo spirito di un tempo .... e come ho detto li ho letti quasi tutti e in ogni Tex trovo sempre qualcosa che mi affascina ^^ strano ma la pensano così anche mio papà e i mie zii pure loro grandi appassionati del fumetto ^^

...

cmq non ho capito xkè non puoi votare :lol: ... cioè non ho capito se non voti perchè non sei più interessato ai fumetti della Bonelli o se è perchè non sapresti chi scegliere visto che ne hai citati molti ^^

 

In realtà secondo me Tex ormai ha perso la sua spinta, per questo ho smesso di leggerlo dopo il numero 300. Quando devi scrivere per forza una storia ogni 15 giorni devi per forza scrivere cose scontate, salvo le rare volte nelle quali sei fulminato sulla via di Damasco.

Non voto perché sono molto combattuto per diversi motivi. Alla fine credo che avrei scelto Ken Parker.

 

 

Bucky, l'Omino Bufo lo leggevo anche io sugli albi del mitico Kattivik! :lol:

 

Però qui si parlava della Bonelli, non andiamo OT, sennò se uno deve parlare del fumetto in generale anche io mi allargherei ad altro. A parte Dylan Dog, che è stato tradotto anche all'estero, non mi sembra che le altre serie della Bonelli abbiano varcato i confini nazionali (ma potrei sbagliarmi, correggetemi nel caso), e questo la dice lunga su come si collochino nel panorama mondiale nonostante, secondo me, alcune serie fossero buone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
A parte Dylan Dog, che è stato tradotto anche all'estero, non mi sembra che le altre serie della Bonelli abbiano varcato i confini nazionali (ma potrei sbagliarmi, correggetemi nel caso)

Sono stati tradotti anche sicuramente Nathan Never, Magico Vento, Martin Mystere (e altri che non ricordo) e in più lingue con buoni risultati.

In testa c'è sempre Tex, che è arrivato anche nello Sri Lanka e Indonesia e ha uno zoccolo particolarmente duro in Brasile, paragonabile a quello italiano.

Di alcune serie Hollywood ha comprato i diritti (tralascio i commenti sui risultati, che non stiamo parlando di quello).

E questo la dice lunga su come si collochino nel panorama mondiale :lol:

 

Tex ha ripreso sia pubblico che critica (e di molto, per quel che mi riguarda) da quando Nizzi va esaurendo le storie nel suo cassetto e Boselli è diventato praticamente il nuovo sceneggiatore principale.

 

Che piaccia o no, Bonelli costituisce (e stabilisce) lo standard nel fumetto popolare italiano e nel complesso con fumetti che mediamente sono molto più che dignitosi (provate ad acquistare un "bonellide" per accorgervi della differenza). Anche il più brutto ha uno standard medio elevato.

E considerate il tutto comprendendo il basso prezzo, l'assenza di pubblicità, la consistenza e la scadenza di uscite.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, ok, allora ho detto una cavolata.

 

Però a me continuano a dire poco, ora. Toppi e Pratt fanno/evano cose migliori, secondo me, e sono rimasto legato alla vecchia scuola argentina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toppi e Pratt fanno/evano cose migliori, secondo me, e sono rimasto legato alla vecchia scuola argentina.

Per quel che mi riguarda sono senz'altro d'accordo, ma si parla di un tipo di fumetto diverso. Per quello ho messo l'enfasi su "popolare".

 

Toppi e Pratt non hanno/avevano scadenze e i loro lavori non hanno mai avuto carattere seriale (o se ce l'hanno avuta è sempre stato qualcosa che è rimasto legato alla volontà dell'autore sia per i tempi che per i modi di realizzazione o per un tempo limitato, tra l'altro, se non erro proprio in Bonelli per Toppi). Il loro lavoro era più "artigianale" che "popolare".

Per cui mettere a paragone questi due modi di fare fumetto trovo sia un po' improprio. Per molti versi anche con gli argentini.

 

E comunque, nessuno ha mai solo sfornato capolavori assoluti o ciofeche immonde (nella mia memoria Patagonia! di Tex resterà uno dei più bei fumetti di sempre in assoluto, così come Gli Occhi di uno Sconosciuto di Nathan Never o l'epopea delle Black Mountains di Magico Vento).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tex, of course. :lol:


Conosco la metà di voi solo a metà e nutro per meno della metà di voi, la metà dell'affetto che meritate.

Ash nazg durbatulûk, ash nazg gimbatul, ash nazg thrakatulûk, agh burzum-ishi krimpatul.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

FORUM ITALIANO DI HEROQUEST

Il Forum Italiano di HeroQuest è gestito dalla redazione Heroquestgame.com, online dal 1999. Le risorse che troverai qui sono tutte gratuite, nella maggior parte dei casi in italiano e se stavi cercando un posto per far rivivere la tua passione per HeroQuest, la tua ricerca è terminata. Benvenuto nel mondo dei dungeon da liberare, delle missioni da compiere ai confini del conosciuto, delle armi da forgiare, dei misteri da svelare.
Benvenuto nel mondo di HeroQuest.

HeroQuest è un marchio della Hasbro - Games Workshop Inc. - Tutti i diritti sono riservati. Questo sito non intende ledere in modo diretto o indiretto diritti di copyright legati alla proprietà del marchio ma esiste esclusivamente per lo scopo di continuare a diffondere la conoscenza del gioco e delle sue espansioni. 

HeroQuest is a trademark of the Hasbro - Games Workshop Inc. - All rights reserved. This site doesn't intend to injure in direct or indirect way copyrights to the ownership of the trademark but it exclusively exists for the purpose to keep on spreading the knowledge of the game and its expansions.  

Facebook

×
×
  • Create New...

Important Information

By browsing this site I accept the Terms of Use.