Jump to content

capuleius

Membri
  • Content Count

    47
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    15

Everything posted by capuleius

  1. Ciao! Anch'io lo trovo molto carino per essere la prima volta, continua così e affina la tecnica! Probabilmente non sono la persona più adatta per dare consigli, ché non faccio mica 'sti gran capolavori, però ti dico quelle due cose che ho imparato: 1) Prima di dipingere rifila bene le miniature con un taglierino e della carta vetrata fine, in modo da eliminare i resti delle "sprue" (i supporti di plastica a cui erano attaccati tutti i personaggi quando - 1000 anni fa... - li abbiamo tirati fuori dalla scatola) e i segni dello stampo: anche una pittura da maestro resta brutta se si vedono tutti i pirulini smangiucchiati sulla base o le sbrodolature di plastica dove le due metà dello stampo non combaciavano perfettamente (le sbrodolature dello stampo a me si vedevano soprattutto sui fimir, non so se questo capita anche agli altri) 2) Prima di pitturare lava bene le minia con acqua e sapone per i piatti; se sono già colorate con acrilici ad acqua toglili con alcool e un vecchio spazzolino da denti (non verranno pulite pulite, io me ne sono fatto una ragione :D ) 3) Ultimamente ho comprato una bomboletta di Corax White (è un fondo bianco opaco aggrappante per plastica, non è una vernice anche se lo sembra) e l'ho provato sui miei orchi: devo dire che la pittura è molto più veloce, prima dovevo ripassare il colore di fondo parecchie volte, con il Corax (o il Chaos Black se lo preferisci nero) sembra di dipingere sulla carta, una passata e rimane tutto, senza staccarsi subito se ci passi sopra il dito! 4) Da qui in poi va a gusti. Secondo me sono meglio i colori acrilici ad acqua, ma alcuni preferiscono gli smalti o addirittura i colori ad olio (li ho provati anni fa su un modellino bellissimo, alla fine l'ho buttato via perchè era diventato appiccicoso...). In rete si legge che bisogna usare solo i colori Citadel o Vallejo perché gli altri (soprattutto, pare, i colori "per belle arti") fanno schifo. Bo, io uso quello che ho in casa, anche le tempere Giotto di mio figlio e mi vengono dei bei lavori. In ogni caso mi chiedo una cosa: se davvero i colori per "belle arti" fanno schifo, bisogna dirlo assolutamente agli artisti: probabilmente qualcuno in questo momento sta dipingendo un quadro che i nostri nipoti studieranno a scuola e non sta usando colori Citadel!!! 5) Io mi trovo bene dipingendo tutta la miniatura uniformemente con un colore di fondo molto scuro (un marrone bruno) e poi schiarendo man mano a pennello asciutto, altri dicono di dare sommariamente i colori di base (es. verde per la pelle dell'orco, rosso per il vestito, grigio metallizzato per la cotta e la spada, marrone per scarpe, cintura e bracciali di cuoio), poi scurire con un lavaggio e successivamente schiarire con pennello asciutto (sto provando ora questa tecnica con gli orchi, quando ho finito vi saprò dire). 6) Il lavaggio consiste nel passare un colore scuro molto diluito con acqua, in modo che la tinta si depositi negli anfratti tipo le pieghe della veste, scurendo le parti in ombra: da giovane mi si sbrodolava sempre il colore dappertutto, adesso lo sto usando in maniera molto più mirata, poco alla volta, e mi trovo meglio. Se dai l'ombra a lavaggio con la stessa tonalità (o sfumature molto simili) per tutto il modello gli conferirai una buona omogeneità di colore, che eviterà l'effetto "arlecchino". Il pennello asciutto consiste nel passare molto superficialmente un pennello con poco colore sopra (puliscilo con un panno e non usare acqua) e una tonalità più chiara:il colore si depositerà sulle sporgenze simulando la luce che le schiarisce; fai più passate con colore via via più chiaro e tocco sempre più leggero per dare più tridimensionalità. 7) Quando avrai fatto lavaggio e pennello asciutto, la miniatura sarà bella: se però vuoi rifinirla ulteriormente prova la lumeggiatura (stesso concetto del pennello asciutto, cioè schiarire le parti in rilievo, però con pennellate molto fini, diluite e precise) e usa una lente d'ingrandimento da orafo (quelle che si mettono in testa e che ti fanno sembrare uno sciroccato tipo Rick Moranis in "Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi") e un pennellino finissimo, per cose tipo pupille o dettagli piccoli. Spero di averti dato qualche dritta utile, facci vedere i tuoi prossimi lavori!
  2. Ho sbirciato: la tile con la scala a chiocciola e il tavolo dell'alchimista mi hanno fatto sorridere di tenerezza...
  3. Bellissimo. Mi piace un sacco la lama con le rune infuocate, sembra quasi incandescente. Sto cominciando anch'io i miei pelleverde, pensavo di usare un orco di Battle Masters, che ha elmo, spada e scudo, per fare Ograk o altri generali delle avventure classiche. Sto sperimentando qualche tecnica per creare effetti di luminescenza (mostri di lava, armi magiche che emettono bagliori, ecc), ho trovato un sacco di tutorial su internet, ho capito tutto... ma ancora mi vengono delle ciofeche. Prima o poi posterò qualche altro lavoro, per ora mi studio le vostre soluzioni!
  4. Complimenti!!! Miniature davvero stupende. Mi piacciono tutte, ma in particolar modo i riflessi del metallo sulle lame dei Prescelti del Caos e dell'assassino e i fulmini sul vestito dello Stregone. Anche a me piacerebbe avere un doppio Gargoyle da dipingere come statua e come demone, ma ahimè ne ho solo uno...
  5. A me non dispiace l'idea di farli tutti diversi: non ho ancora dipinto i miei pelleverde, ma avevo già deciso di differenziarli così (anche i miei guerrieri del Caos sono tutti di colori diversi). In questo modo si possono personalizzare: l'orco con la maglia blu è Urrk, quello con la maglia rossa è Graak, non più semplicemente "un orco"; se stiamo facendo una missione dove bisogna estorcere informazioni e il barbaro uccide Urrk, il gruppo non verrà mai a conoscenza del nascondiglio del talismano Pincopallinus noto solo a lui e potrà torturare finché vuole il povero Graak, che non sa niente perché è un povero fesso e nessuno gli dice mai le cose 😄
  6. Qui non si bada a spese! Il giusto grip sulla superficie del tubetto viene prima di tutto 🤣🤣🤣 Bella l'idea per le colonne! Mi piace il modellismo a costo zero (o 0+500, whatev...)
  7. A me piacciono parecchio. Non sono un fiero sostenitore dei contrasti forti, il rischio di far uscire un'arlecchinata inguardabile è molto alto: se ci guardiamo intorno, gli scorci che danno più emozione non sono quelli con una gran quantità di colori in contrasto fra loro, ma quelli in cui c'è un equilibrio di tonalità poiché tutto è immerso nel colore dominante della luce del sole (non a caso il momento della giornata tradizionalemtne considerato come più romantico è il tramonto, in cui tutto si copre di colori caldi e simili tra loro). Queste tonalità color seppia e terra danno secondo me un effetto "pittorico", che punta più sul chiaroscuro che sui dettagli: soprattutto, mi piace come sei riuscito a rendere caldo il blu (che di per sè è un colore freddo) del cappello e della bisaccia dell'Ogre di destra. Bravo!
  8. Ho visto adesso un po' di immagini di Dugeonquest: guarda un po', è esattamente quello che avevo in mente 😄 Uno pensa di avere avuto un'idea che rivoluzionerà per sempre il mercato dei giochi in scatola e in effetti è così: infatti l'ha già avuta qualcun altro prima di lui 🤣 Cercherò info sul gioco, qualche regola semplice che possa rendere più divertente la nostra versione del Labirinto!
  9. Rispolvero questa vecchia discussione perché mi è capitato di fare un gioco interessante con mio figlio. In casa abbiamo il Labirinto Ravensburger (come credo tutti su questo forum, l'abbiamo regalato ai nostri figli perché abbiamo visto 4 miniature, delle tiles modulari... Negoziante, prendi i miei soldi intanto che mi asciugo le lacrime :D) e abbiamo inventato questo nuovo utilizzo. Si gioca uno contro l'altro; il giocatore (ad esempio, il barbaro di HQ: noi abbiamo usato un soldatino perché quel mostriciattolo irruento mi ha già rotto un paio di miniature appena dipinte, sto aspettando che cresca un po' prima di rimettergliele in mano :D) parte da un angolo, il Mago del Caos (idem: dinosauri di plastica) sta fermo all'angolo opposto e deve essere raggiunto dal giocatore per ingaggiare la battaglia. Il labirinto non ha nessun pezzo posizionato, si pescano a caso 2 tiles per volta (possono capitare: corridoio dritto, curva, snodo a "T", snodo a "+") e il giocatore le posiziona davanti al suo personaggio in modo da creare un percorso che lo porti verso lo Stregone. Nel suo turno, lo Stregone usa la sua magia per mettere i bastoni fra le ruote al personaggio: può ruotare di 90° due tiles in modo da cambiare il percorso o posizionare una porta chiusa (impossibile da aprire) davanti al personaggio, che in questo modo deve trovare percorsi alternativi. In più, agli altri 2 angoli del tabellone partono 2 mostri, controllati dallo Stregone: anche loro pescano 2 tiles per volta e ne usano una per ognuno (quindi si muovono più lentamente del personaggio): il loro scopo è raggiungere il personaggio e farlo fuori prima che questi raggiunga lo Stregone. Quando il tabellone è completo, lo Stregone può modificare il labirinto nella maniera classica, facendo slittare un'intera fila di tiles. Le applicazioni sono infinite: dato che le tiles hanno disegnati dei simboli, alcune possono essere tombe che generano non-morti, altre dei punti in cui si recuperano punti-corpo, altre ancora dei portali di teletrasporto che portano la miniatura in un altro punto del tabellone, altre possono nascondere una trappola e così via. Lo scopo del gioco potrebbe anche essere recuperare degli artefatti magici indispensabili per sconfiggere lo Stregone, artefatti che potrebbero benissimo essere trovati dai mostri prima che dall'eroe (e quindi i mostri diventano più potenti, tanto più che devono essere fermati prima che portino l'artefatto allo Stregone!) Intravedo grandi possibilità: potrebbe essere il livello finale di un dungeon (magari con un tabellone ad hoc più grande con caselle nere e molte più tiles da aggiungere, tutti i personaggi che partono da una stanza 4x4 posizionata in un angolo, un numero consistente di mostri alla loro ricerca, stanze intermedie da raggiungere, meccanismi da attivare che permettono anche ai personaggi di intervenire sulla struttura del labirinto...) e può diventare una sorta di "partita a scacchi" tra i giocatori e il master, che in questo modo non è solo un narratore ma un giocatore che potrebbe anche vincere. Che ne pensate?
  10. Sì, è un sarto apache mezzo orbo, che non sa fare l'orlo ai pantaloni e tutte le volte che ci prova fa delle cuciture grosse così. E' il grande sarto Mano Imbranata 😄 Volevo mettermi alla prova con qualcosa di difficile su quei pantaloni e farli a righe, ma guardando qua e là in rete le foto di pittori molto più bravi di me mi sono reso conto che addosso all'elfo stanno malissimo... Sono capi d'abbigliamento più da ogre o goblin, li proverò su di loro. In effetti non ho dipinto le sopracciglia: dai tempi delle superiori l'ho sempre visto così e non ci ho neanche pensato. Però così non mi dispiace: l'elfo non è umano e con le sopracciglia non avrebbe presentato grandi differenze con il barbaro (il nano è basso e tarchiato, ma l'elfo non ha neanche le orecchie a punta che sporgono dai capelli). Il suo volto mi ricorda vagamente quello di Ron Pearlman in quel telefilm degli anni '80 su "La bella e la bestia" insieme a Linda Hamilton: (però con un'acconciatura un po' meno "Joey Tempest"...) Ora che ci penso, potrei accentuare l'effetto "alieno" dipingendo gli occhi interamente di nero (o meglio, di verde scuro con riflessi "vetrosi" come la gemma sulla cintura), ci penso un po' su.
  11. Mummie e scheletri sono fantastici! Gli zombie sono molto belli ma forse un po' troppo accesi nei colori: se esci da sotto terra è difficile che i tuoi jeans siano belli come appena usciti dal negozio 😄 Secondo me basta una lavatura sul marrone per spegnere un po' e poi sono perfetti!
  12. Ciao a tutti e buona Pasqua! In questi giorni ho (quasi) finito l'elfo, non sono del tutto convinto delle mani ma per il resto è ok. Come al solito vi posto prima le immagini di come l'avevo dipinto al liceo (ero abbastanza soddisfatto): E questa è la versione "restaurata". Come accennavo l'ho vestito in verde e marrone: ho dato un effetto "sgualcito" al coprispalle, ho tentato dei riflessi da gemma per la fibbia della cintura, ho evidenziato (come per il barbaro) la linea dello stampo sulle gambe per simulare le cuciture dei pantaloni ed ho aggiunto punti su gambe e borsa. Spero vi piaccia!
  13. Non sbagli, per il mago del Caos mi sono ispirato proprio ai colori di Skeletor, che mi sono sempre piaciuti molto (nel "codice" dei colori nei cartoni animati il viola è il colore della malvagità). Per il barbaro non ho pensato propriamente a He-man, perchè i capelli biondi non mi hanno mai convinto (e poi, quelle sopracciglia nere... Hmmm, per me si tingeva 😄 ), preferisco i capelli corvini del Conan fumettistico. Ho seguito un vecchio consiglio che mi diede il gestore del negozio di modellismo che mi ha insegnato i primi rudimenti della pittura su mniature e per dare l'idea del capello nero-nero ho aggiunto dei riflessi blu. Ciao!
  14. Grazie mille a tutti, per i complimenti e per aver sistemato il post 🙂 Ho già cominciato a ridipingere l'elfo, che questa volta sto vestendo in verde e marrone (cit. "Parco Sempione"), come meglio si addice ad un abitante delle foreste! Quando ho finito (tempo permettendo) vi aggiorno!
  15. Ops... Mi sa che ho fatto un po' di casino con l'upload delle immagini... Si è bloccato un po' di volte e poi mi ha pubblicato tutto insieme. Come posso rimediare? Sorry!
  16. E questa invece è la nuova versione. Sulla palla tra le corna ho inserito un inquietante occhio rosso, spero vi piaccia 😄 !
  17. Ciao a tutti! Dopo un po' di latitanza dovuta a scarsità di tempo, vi posto un aggiornamento. Ho ripreso con la lente il mago del Caos, che senza ingrandimento dei dettagli comunque mi aveva abbastanza soddisfatto. Così è la versione precedente:
  18. Bella tecnica, semplice e d'effetto. Mi sa che la copio! 😁
  19. Complimenti @Bozz! Miniature fantastiche, in particolare gli zombi mi piacciono un sacco!
  20. Fantastiche miniature, complimenti!!!
  21. Grazie mille!! Zanrath era già carino prima che lo rifinissi, ma devo dire che ora anche ad occhio nudo è molto più pulito (mannaggia agli occhietti infossatissimi sotto la tesa del cappello, ho fatto una fatica a farglieli...); gli altri due ora sono guardabili :D Riguardo alle gambe del barbaro, secondo me con un paio di pantaloni aderenti sotto il mutandone di pelo sta decisamente meglio (quelle cuciture laterali gli danno un che di "pellerossa" che non mi dispiace), anche il mitico Schwarzy nel primo Conan indossa pantaloni lunghi, nel secondo è spesso in mutande e fa un po' ridere...
  22. L'ultimo è il mago Zanrath, che senza lente era venuto così: Ora ha questo aspetto: Ho anche appena cominciato a risistemare il mago del Caos con cui avevo inaugurato questa galleria, quando l'ho finito lo posto. Ciao!
  23. Ciao a tutti e buon anno! Durante le feste mi sono divertito a rifinire alcuni personaggi già dipinti, che guardandoli con la lente mostravano tutte le loro pecche. Più preciso di così mi sa che non riesco ad essere, almeno per il momento... Partiamo dal barbaro, che avevo dipinto al liceo: visto che secondo me un guerriero muscoloso ed aggressivo perde parte della sua credibilità se si presenta con addosso un pannolone rimboccato sotto le ascelle ed un paio di moon-boot pelosi usciti direttamente dagli anni '80, già all'epoca gli avevo dipinto sulle gambe un paio di pantaloni, con questo risibile risultato: Eccolo qui, nello splendore del panta-collant in lycra modello "principe Adam", reso ancora più ridicolo dallo "shguardo della viulenza" e del fatto che la lama della spada si era rotta e quindi brandiva un manico. Gli ho incollato la lama dell'arma degli sfigatissimi goblin: secondo me già così ci guadagna parecchio rispetto alla lama originale dritta e strettina. Comunque dopo il restyling si presenta così: Gli ho messo dei pantaloni in cuoio con cuciture laterali (ho evidenziato la linea dello stampo che all'epoca non avevo limato ed ho aggiunto dei punti), ho sistemato gli occhi e gli ho messo un paio di tatuaggi. Il secondo personaggio che ho finito è il nano. Così l'avevo dipinto al liceo: E questo è il personaggio finito (rispetto alle foto che ho già messo ho sistemato il vestito):
  24. E' lo shguardo della viuleeeenza!! So' nano: mò vado a chiamare il maco di Secràte, lo shbàbbaro e l'ìbbrido e poi vengo lì e vi spacco le corn'!! In effetti volevo fare la pupilla in alto per dare un'aria minacciosa allo sguardo, ma non mi fidavo a farle con il pennello perchè avevo paura che venissero troppo grosse: la visiera del casco però ha deviato la punta del tratto-pen e mi ha fatto fare il puntino troppo in basso. Con la lente d'ingrandimento è tutto più chiaro e semplice da sistemare, ho deciso che riprenderò anche le miniature che ho già finito per rendere più precisi i dettagli. Anche le ombre di elmo, barba e capelli sono molto più definite, è una buona soluzione.
  25. Ciao a tutti! Questo fine settimana ho deciso che era ora di finire gli occhi al nano. Ho preso il tratto-pen, ho cercato di tenere la mano ferma e ho ottenuto questo meraviglioso risultato: Ecco, l'ho rovinato, mi sono detto. Così mi sono fatto prestare la lente da orafo di mio suocero e d'improvviso ho visto tutte le imprecisioni che avevo lasciato indietro. Ho sistemato la testa e un po' del vestito, non ho ancora finito ma il risultato mi soddisfa decisamente di più. Dopo la sessione di pittura mi bruciavano gli occhi, quindi probabilmente alla fine diventerò cieco ma almeno avrò delle miniature ben fatte. :D

FORUM ITALIANO DI HEROQUEST

Il Forum Italiano di HeroQuest è gestito dalla redazione Heroquestgame.com, online dal 1999. Le risorse che troverai qui sono tutte gratuite, nella maggior parte dei casi in italiano e se stavi cercando un posto per far rivivere la tua passione per HeroQuest, la tua ricerca è terminata. Benvenuto nel mondo dei dungeon da liberare, delle missioni da compiere ai confini del conosciuto, delle armi da forgiare, dei misteri da svelare.
Benvenuto nel mondo di HeroQuest.

HeroQuest è un marchio della Hasbro - Games Workshop Inc. - Tutti i diritti sono riservati. Questo sito non intende ledere in modo diretto o indiretto diritti di copyright legati alla proprietà del marchio ma esiste esclusivamente per lo scopo di continuare a diffondere la conoscenza del gioco e delle sue espansioni. 

HeroQuest is a trademark of the Hasbro - Games Workshop Inc. - All rights reserved. This site doesn't intend to injure in direct or indirect way copyrights to the ownership of the trademark but it exclusively exists for the purpose to keep on spreading the knowledge of the game and its expansions.  

Facebook

×
×
  • Create New...

Important Information

By browsing this site I accept the Terms of Use.