Vai al contenuto

Forum Italiano di Heroquest usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Leggi le Norme sulla Privacy per i dettagli. Per rimuovere questo messaggio dai clic sul pusalnte qui a destra:    Accetto l'uso dei cookies

Foto

Il più grande disappunto su una cosa non capita

master quest npc

  • Per cortesia connettiti per rispondere
4 risposte a questa discussione

#1 boskoz

boskoz

    Cacciatore di goblin ciechi

  • Membri
    • Member ID: 1914
  • 372 Messaggi:
  • 5 Grazie!

Inviato 30 luglio 2016 - 20:34

Mi chiedevo, quale è stato il vostro più grande disappunto in quanto Master? Nei riguardi di una cosa non capita dai giocatori?

Vi è successo?

Un enigma che per voi era molto bello, ma che non è stato capito, un NPC molto studiato, o un evento particolare, ma che i vostri eroi però non hanno nemmeno incontrato perchè hanno preso la strada sbagliata?

Delle cose che vi è toccato di spiegare, alla fine.

 

Ma se vogliono rispondere anche dei giocatori, c'è stato qualcosa che non avete capito, e che poi vi è stato spiegato, e vi siete rammaricati di non averlo afferrato da soli?

 

Forse il mio più grande disappunto si chiama Morgul Sei DIta. Era un evento secondario, ma davvero figo...almeno per me T_T

 

Si giocava a D&D.

 

A un certo punto i giocatori si imbattevano in un carro lungo la strada, trainato da un cavallo, ma fermo in mezzo alla via.

Lo guidano un uomo e una donna, contadini. A fianco del carro, in piedi, vedono un altro uomo, vestito con una bella armatura da combattimento di pelle lavorata, che porta delle piume bianche sugli spallacci, una spada, e che zoppica vistosamente. I contadini gli dicono "mio signore, è stato davvero gentile ad aiutarci con la ruota del carro", e lui risponde "è il minimo che potessi fare, dopo che mi avete raccolto lungo la strada per darmi un passaggio, dopo che ero stato ferito...ci si aiuta a vicenda...adesso però proseguiamo per arrivare in paese, come concordato...che ormai manca poco".

L'uomo salta sul retro del carro, e i 3 sono in procinto di ripartire.

 

I miei eroi ovviamente si parano dinnanzi al carro, e si presentano.

Inoltre notano che nel retro del carro, assieme all'uomo con la spada vestito di pelle, c'è anche un cadavere. Un uomo vestito di stracci, morto, per via di una spadata in faccia.

Dopo un ovvio scambio di battute, gli eroi imparano che l'uomo armato appartiene alla Gilda del Gufo (spallacci piumati, ricordate?).

Tra le altre cose lo sono anche 2 degli eroi, quindi sanno che si tratta di un avventuriero di una gilda che esiste davvero, forse è un cacciatore di taglie.

Lui racconta di essersi imbattuto nel temibile Morgul Sei Dita, e mentre lo dice smuove le mani del morto, punzecchiandole con la spada, e le mostra agli eroi. Noi vediamo che il cadavere ha l'anulare ed il mignolo di entrambe le mani mozzati, e cauterizzati. Quindi il signor Morgul Sei Dita, ha davvero sei dita.

Dice che il bastardo ha una bella taglia sulla testa, ed era ora che sparisse dalla circolazione....c'è stata una bella colluttazione nel bosco, dove l'ha sorpreso, e il bastardo gli ha anche fatto male a una gamba, è una discreta botta, zoppicherà per qualche tempo.

I contadini intervengono dicendo che lo hanno trovato zoppicante vicino al Passo del Salice, e dopo qualche altra chiacchera l'avventuriero si fa un tantino spicciolo dicendo che ormai sanno tutto quanto, e che ha davvero premura di recarsi in città a farsi dare un occhiata alla gamba e ad incassare la taglia.

Saluta gli avventuerieri, e gli augura il meglio.

Ovviamente ve la sto descrivendo veloce, e senza i vari interventi degli eroi, in realtà c'hanno parlato per un quarto d'ora buono e hanno fatto quasi amicizia.

Comunque lasciano ripartire il carro diretto a sud, ed essi proseguono per la loro quest principale, che li portava a nord.

 

Proprio a nord arrivano però entro breve su un curvone dove c'è un enorme Salice secolare. Capiscono trattarsi del Passo del Salice, accennato poco prima dai contadini.

La strada proseguirebbe solo a sinistra, dove devono in effetti andare, ma con una ricerca di tracce, essi trovano anche tracce fresce che arrivano dal bosco antistante, a destra.

Ehi, ma potrebbe essere quindi da li, che è giunto il cacciatore di taglie ferito sulla strada, per farsi raccogliere dal carro dei contadini! Diamo un'occhiata.

 

Si dirigono nel bosco, e trovano una casupola smarrita...che non sarebbe stato possibile trovare in nessun modo, se non sapendo dov'era (o seguendo le tracce, come hanno fatto loro appunto).

Entrano, e dentro ci sono segni di colluttazione, confusione e sangue.

 

Il cacciatore di taglie deve aver sorpreso proprio qui dentro Morgul Sei Dita, come raccontato!

La casupola è modesta, c'è solo un tavolaccio con cibo rovesciato...un caminetto...una branda consunta, ed un mucchio di stracci.

Nel caminetto gli eroi trovano un mandato di cattura tutto bruciacchiato, dove (avevo creato pure il documento semi-bruciato) si legge che è un mandato di cattura della Gilda del Gufo per un tale "Morgul Sei Dita", criminale noto e ricercato, bla bla bla...

Inoltre nel caminetto pare ci siano tracce di altre cose che non si capisce cosa siano...

Ed un'unghia.

Nella casupola non c'è altro di interessante...ma poi decidono di guardare la pila di stracci...che sono vestiti molto logori....assieme ad un paio di stivali.

Sono due stivali davvero strani.

Li esaminate, e notate che lo stivale sinistro gode di una sorta di bolla, sulla sinistra, e quello destro di una bolla, sulla destra. Bombati verso l'esterno.

Sono stivali che sono stati modificati artigianalmente, ingranditi con due aggiunte, hanno queste due escrescienze, come se dovessero ospitare più spazio.

I miei eroi li raccolgono.

I miei eroi sono 4 persone, ok, che hanno sentito tutta la faccenda.

Tre non dicono praticamente nulla, si fanno pensierosi. Uno solo dice "Beh, sono senza dubbio stivali strani, come è stato detto, l'unica cosa di valore nel cumulo di stracci, varranno forse qualcosa dal mercante, li raccolgo e li venderò dopo".

Basta,

Tornano a ritroso nel bosco fino al Passo del Salice, e proseguono a Ovest, dove li portava la quest.

Allora.

Vi do un secondo per riflettere......e poi vi dico, se anche voi non avete capito....cosa c'era da capire.

Ma prima di leggere, pensateci un attimo.

 

PAUSA PENSIERO. PENSATE.

 

Allora........niente?

La casupola era dove doveva stare, come da racconto del cacciatore di taglie.....c'era anche un mandato di cattura bruciato, nel caminetto...tutto regolare....

Ma perchè quei maledetti stivali, allargati per ospitare più spazio?

Forse Perchè

Morgul Sei Dita......

Ha sei dita, nei piedi!

 

Un cacciatore di taglie del Gufo è stato davvero mandato a prenderlo, nella sua baita......e ci sono tutti i segni della lotta.

Ma quelli che erano sul carro, erano a ruoli invertiti!

Il cacciatore di taglie era il morto, è stato ucciso. Quello vivo era Morgul.

Morgul Sei Dita, ha ucciso l'aggressore e gli ha preso i vestiti.

Per pulire il suo nome, ha così deciso di consegnare davvero un "Morgul Sei Dita" alle guardie locali....ossia il cacciatore di taglie, dopo avergli amuptato 4 dita delle mani, e avergliere cauterizzate nel camino. (dove c'era un unghia, pure).

Egli zoppicava.... perchè ora negli stivali del cacciatore di taglie ci sta stretto.

--------------------

Onestamente, dopo il ritrovamento degli stivali allargati nella baita, mi aspettavo un colpo di scena, che qualcuno capisse.......che ci fosse un'incredibile inseguimento dietro al carro, che si stava recando fino in paese e che loro stessi avevano fatto passare, per prendere Morgul Sei Dita proprio mentre incassava la taglia su se stesso al posto di guardia locale..........ma invece niente.

Di 4 persone giocanti, nessuno ha capito il collegamento... nessuno ha collegato degli stivali fatti per una persona con sei dita dei piedi con uno che si chiama Morgul Sei Dita....che era quello che sul carro si spacciava per il cacciatore di taglie.

 

 

Era impossibile?

Io ci sono rimasto un po' male.


  • Lex il Cacciatore, Maestro Ludico e Mondor piace questo

#2 Mondor

Mondor

    Spadaccino dilettante

  • Ospiti
    • Member ID: 1608
  • 844 Messaggi:
  • 4 Grazie!
  • Scrivo dadove mi trovo

Inviato 31 luglio 2016 - 01:41

Super storia la tua Boskoz, davvero interessante!! Non mi sorprende però ahimè la valutazione dei tuoi giocatori, forse mi sorprende più il fatto che giocavate a D&D, nel senso che mi aspetto da "questi giocatori" un po più di "fantasia" e "senso dell'enigma"....quel qualcosa in più rispetto al giocatore medio che fa di un giocatore una sorta di "PRO". Purtroppo nella mia "carriera da cattivo", solo 2 giocatori mi hanno dato realmente soddisfazione, entrambi persi per "X" ragioni.

 

Io sto testano NoMoN (il mio gioco) e ti posso assicurare che è un "cadere di braccia" continuo..per esempio ieri mi trovavo proprio a fare una partita e uno dei giocatori "più ferrati" aveva dormito poco, lui non è il "capogruppo" ma aiuta me con il regolamento (ha una memoria alllucinante) e i compagni a ponderare le scelte durante le Imprese.

Questo suo stato è stato secondo me decisivo per la partita; gli altri giocatori non hanno molta esperienza se non videoludica, il risultato è stato 2 morti su 4, di cui uno morto definitivamente (dovrà rifare la scheda Personaggio), tutto questo per non aver capito bene "il da farsi"...

Ammetto che non c'era molto da capire, non un enigma o una traccia da percepire, ma questo mi sorprende comunque nel notare un certo "pressapochismo" che nuoce gravemente alla salute del "gruppo di gioco"...ma che ci dobbiamo fare...questo passa il convento! ;)

Sarebbe bello riunirsi un paio di noi per fare una partita VIP (Very Intelligent People), io ho avuto la fortuna di partecipare ai "Rinnegati" ed è stato molto bello!!

chissà magari ad una fiera con una prova di NoMoN...;)


  • Maestro Ludico piace questo

#3 Maestro Ludico

Maestro Ludico

    Spadaccino di corte

  • Ospiti
    • Member ID: 1334
  • 1447 Messaggi:
  • 4 Grazie!
  • Scrivo daModena

Inviato 31 luglio 2016 - 08:03

Hahaha grande Boskoz, bell'argomento!

 

Ovviamente si, è accaduto anche a me sia in passato che recentemente... con tanti anni di gdr alle spalle qualche delusione epica l'ho avuta anche io, per fortuna molte meno di quante si potrebbero pensare! Comunque, per rivangare la più recente, vi spiego cos'è successo nella mia penultima campagna di Heroquest e che vi ho accennato al tempo della photostory relativa.

 

I soliti eroi, il solito gruppo. Con tre di loro gioco da vent'anni a D&D e vari, con Regina dei Giochi (la mia metà) da molto meno, ma anche lei sa farsi valere (è alla sua quarta campagna di HQ) ed è un'amante del fantasy eroico.

 

Quella sera di due mesi fa abbiamo approntato la seconda avventura della campagna "Il Talismano della Valle". E' una quest di passaggio, perchè deve mettere davanti ad un bivio i giocatori, che alla fine sceglieranno se ottenere un facile guadagno (oro in quantità) o partire per un luogo misterioso e del quale non si sa nulla... la quest va come deve andare, i nostri riescono a mettere mano sulle informazioni necessarie ed entrano anche in contatto con l'anima del mago morto obiettivo della missione.

Tramite le sue parole, posso descrivere meglio agli eroi le grandi opportunità che hanno di fronte: il mago (nè malvagio nè buono, ma senza niente da perdere a questo punto in quanto alla mercè degli eroi ormai) vuole aprire con le sue conoscenze un portale nascosto che porterà ad un regno di ghiaccio scomparso da secoli, dove ricchezze e potere sono alla portata di chi se la sente di rischiare. Egli ha studiato qualche antico rapporto ed ha la conoscenza di alcuni aspetti di quel regno (luoghi, oggetti, qualche mostro ed il nome della misteriosa regina dei ghiacci che lo domina). Pare che in quel luogo siano seppelliti artefatti scomparsi da secoli, tesori enormi, oggetti magici e ci sono anche mostri sconosciuti da affrontare.

 

Insomma gli eroi possono affrontare un'avventura in un luogo incredibile e che avevo studiato a puntino: 3 quest dedicate, tiles ghiacciate per creare l'atmosfera, mostri creati apposta e che avevo già pronti da dipingere (oltre a quelli del Barbarian avevo pronti anche folletti di ghiaccio, un golem di ghiaccio ed una razza di non-morti specifica del luogo), artefatti e tesori a tema, condizioni particolari, ostacoli, persino la possibilità da parte del mago di avere un famiglio di ghiaccio.... e tutte queste cose le avevo fatte "intuire" ai giocatori dalle parole del mago che avevano catturato e che avrebbe fornito loro qualche "consiglio" nel corso della campagna.

 

E niente. Dopo tutto questo ho chiesto ai giocatori: "Adesso avete due possibilità: tornate in città e ricevete la vostra ricompensa o decidete d'intraprendere questa grande impresa?"

 

Secondo voi cos'hanno risposto?  :facepalm:

 

Posso capire la mia metà che ha meno esperienza degli altri ed è avida mercenaria pura, sia come mentalità di gioco che nella vita (è un po' una "material girl"  :laughing6:), ma gli altri giocano con me da tantissimo e li conosco a menadito.

A parte l'elfo Nix, che era affascinato dalla possibilità e dall'opportunità di ottenere ricchezze e gloria, i due barbari ed il mago se la sono fatta sotto da veri vigliacchi, preferendo il vile denaro (con cui peraltro non hanno comprato nulla di che, col mio metodo di gestione della città è difficile che peschi qualcosa di buono dalle carte e poi tanto non gli permetto di starci troppo tempo) allo spirito dell'avventura che è proprio di questo gioco. Da notare che avrebbero potuto fare ciò anche dopo l'avventura nel regno di ghiaccio, perchè la ricompensa era per un medaglione che il mago possedeva, non per la sua testa.

 

La giustificazione è stata che il mago morto-consigliere aveva usato degli orchi come mercenari e quindi era malvagio... in più mentre esploravano e depredavano la sua casa, gli eroi erano incappati in un paio di trappole che lui non aveva segnalato e quindi non ci si poteva fidare.

 

Insomma, un mese di lavoro alle ortiche. E poi il bello è che il mio gruppo si lamenta che giochiamo poco... mica ci pensano a quanto ci vuole a preparare una campagna.

 

Ingrati  :glasses2:  :iconbiggrin:


  • Lex il Cacciatore piace questo

#4 boskoz

boskoz

    Cacciatore di goblin ciechi

  • Membri
    • Member ID: 1914
  • 372 Messaggi:
  • 5 Grazie!

Inviato 31 luglio 2016 - 12:12

Azz...ma che tristezza!!

Un po' ti sei tirato la zappa sui piedi, perchè in effetti una scelta l'hai data tu, e c'era la chance che decidessero per il ritorno a casa... ovvio che non te lo aspettavi!

Neanche io me lo aspetterei.

 

Poi sono certo comunque che sarai in grado di riadattare...e quindi di utilizzare di nuovo il materiale! Anche a me è successo, e poi la quest che ho riadattato è venuta benissimo, tempo dopo!

 

Magari un giorno una regina dei ghiacci minaccerà questo mondo dalla sua dimensione, e i tuoi eroi saranno costretti ad andare a contrastarla....e tu gli dirai...."Non è una regina qualsiasi...Una volta era pacifica, ma deve essere accaduto qualcosa.....sapete chi è lei? E' la stessa di quella volta del mago fantasma (bla bla bla)....l'avreste potuta conoscere e contribuire alle sue scelte, ma ora pare che sia stata corrotta, che abbia ceduto alle lusinghe del lato oscuro".

 

Prendete qua, vigliacchi, è colpa vostra, che quella volta non siete andati!

 

(Nelle mie quest almeno la metà delle volta è colpa degli eroi, sono uno stronzo incredibile).


  • Lex il Cacciatore e Maestro Ludico piace questo

#5 LucailDuca

LucailDuca

    Spadaccino apprendista

  • Membri
    • Member ID: 513
  • 1160 Messaggi:
  • 6 Grazie!

Inviato 02 agosto 2016 - 16:00

Boskoz, io avrei risolto l'enigma!

Solo a naso, senza pensarci tanto: perchè avresti descritto gli stivali con l'aggiunta? Perchè ti interessi di moda?

Inoltre le dita cauterizzate non possono essere il motivo del soprannome (che compare sulla taglia per cui è cosa nota) visto che la ferita è fresca.

Anche il fatto che il mandato di cattura fosse rimasto nella casupola era già sospetto.

In genere un cacciatore di taglie lo tiene con sè e usa la descrizione per ottenere la taglia.

 

 

Ottima idea comunque: spesso nei giochi di logica si cerca di ingannare con riferimenti ambigui.

E' una tecnica che funziona bene anche in letteratura con i narratori inaffidabili.


- Aspetta, ma se vado a Zero Punti Mente cosa succede?
- Diventi una donna!





Anche taggato con master, quest, npc

0 heroquester(s) stanno leggendo questa discussione

0 heroquesters, 0 ospiti, 0 heroquesters anonimi