Vai al contenuto

Forum Italiano di Heroquest usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Leggi le Norme sulla Privacy per i dettagli. Per rimuovere questo messaggio dai clic sul pusalnte qui a destra:    Accetto l'uso dei cookies

Foto
- - - - -
Idee per Nuove Regole

NoMoN La Gilda dei Rinnegati



  • Per cortesia connettiti per rispondere
9 risposte a questa discussione

#1 Mondor

Mondor

    Spadaccino dilettante

  • Ospiti
    • Member ID: 1608
  • 845 Messaggi:
  • 5 Grazie!
  • Scrivo dadove mi trovo

Inviato 12 giugno 2016 - 15:04

Allega file  NoMoN - La gilda dei rinnegati.jpg   254,94K   0 Numero di downloads

 

Presentazione 
Salve Heroquester, mi chiamo Joselito Casula (qui mi conoscete come Mondor) sono un ragazzo sardo, nato a Cagliari un'pò di primavere fa (non troppe però eh! ;-) ). Molti di voi "hanno avuto a che fare con me" e per gli altri credo basti vedere un po il Forum per capire che sono appassionato di Fantasy, Scultura e Arte in generale.
Facevo il liceo artistico quando ho deciso che la scatola di HeroQuest aveva bisogno di una "ventata di freschezza", cosi ho iniziato a creare un regolamento sulla linea di questo e grazie ad un gruppo di amici ho testato, correggendo di volta in volta alcune regole per adattarle meglio ad uno stile di gioco semplice ma profondo. Con gli anni purtroppo ho abbandonato il gioco e gli amici hanno trovato altre strade, ma poco meno di 2 anni fa durante il trasloco... ritorno al passato! Ritrovando tutto il materiale, ho deciso di continuare quello che avevo iniziato. Rimettendomi a lavoro con idee maturate ho cambiato molte cose, il supporto tecnico del gruppo " I Rinnegati" e gli amici appassionati di videogame e GdR, mi hanno aiutato e aiutano ancora tantissimo in questa crociata che ancora non trova fine e posso sinceramente ammettere che senza i loro aiuto sarei molto indietro ancora...Grazie a tutti Voi!
Ora il gioco è in fase di Playtest con le nuove regole inserite e posterò questo sottoforma di PhotoStory, cosi conoscerete "la sua forma"  e le cose che piano piano realizzerò. L'idea è quella di distribuire delle "Versioni Tester" ad alcuni qui, in modo da avere un parere totalmente "staccato" e obbiettivo su un progetto tanto grande quanto ambizioso per me. Sono consapevole che ci vuole ancora molto lavoro per dare luce al gioco completo, per il momento sto "supportando" questo con materiale preso da altri giochi e materiale mio,  lavorandoci sodo e realizzando tutto da zero, sono comunque fiducioso e andrò avanti anche grazie al vostro sostegno che fino ad oggi mi ha portato qui. Infatti credo che questo sia il primo gioco che si "finanzierà da solo"; tutti gli acquisti fatti a me con tabelloni e miniature mi hanno aiutato tantissimo a fare pratica e mettere da parte qualche soldo per materiali e tempo di studio. Adesso ho di fatto intenzione di proporre alla comunity dei Pack che gli appartengono e che possono essere sfruttati sin da subito con i giochi in vostro possesso (soprattuto con il nostro amato Heroquest), nell'attesa che questi un giorno possano "vivere"  il gioco per il quale son stati concepiti.
Si tratterà di plance modulari a tema con delle miniature o arredi che ho realizzato appositamente e un'Impresa per poterle giocare da subito con Heroquest. Per questo vi rimando alla Sezione Mercatino Altri Giochi dove di volta in volta pubblicherò gli annunci dei Pack disponibili. Nei post dedicati "Le Avventure di NoMoN" troverete le informazioni dell'Impresa, un'anteprima delle Plance, un' "Ambiente demo" scaricabile gratuitamente,  immagini degli arredi o miniature che saranno compresi nel Pack.
Eventuali domande, commenti, critiche e suggerimenti in generale potrete postarle nella Discussione "La Locanda di NoMoN", con dei riferimenti a quello che pubblico qui, cosi da lasciare questa, libera all'esposizione del gioco.
Lasciatemi aggiungere che ringrazio la Redazione del Portale/Forum per avermi permesso di pubblicare questo lavoro, se un giorno riuscirò a fargli dare "luce" sarà anche grazie al vostro impegno. Ovviamente lascio a voi la struttura di questi Argomenti, per me possono rimanere anche cosi ;-)

Premessa
Il "Mondo di NoMoN" è in continuo mutare, la guerra ha segnato tutti i paesi, molte razze hanno rischiato di estinguersi. Una volta terminata questa, le terre conosciute sono devastate dalle carestie e anche dove c'è ricchezza non si spartisce. I Personaggi di NoMoN sono "Rinnegati", rivoluzionari contro un Consiglio ormai sterile e troppo distante dalla reale situazione. Ricercati dalle autorità, forse la loro Fama sconfiggerà i pregiudizi e persona dopo persona saranno riconosciuti come Eroi...o forse no!
Lo scopo della Gilda non è solo aiutare gli indifesi e fare giustizia, i Rinnegati studiano dei piani per poter cambiare le cose senza avere la burocrazia come un muro invalicabile, si agisce in segreto e si porta a compito l'Impresa affidata, ormai la giustizia si vende per poco e loro dovranno fare il "lavoro sporco", uccidendo capi clan e raziando le casse dei rifugi di Nobili venduti o Mostri schiavisti, nessuno li aiuterà ufficialmente, dovranno raccogliere i fondi per andare avanti nelle Imprese a venire.
Sono ricercati nelle loro terre natie, ma le Avventure affrontate echeggieranno rindondanti, facendogli "terra bruciata"...

 

La storia

Corre l'anno 368 della 5' Era, il mondo conosciuto è in pace apparente. I grandi regni
sovrani, segnati con carestie e morte dalla guerra, hanno stipulato il trattato di Yoks nel 350
e formato il Consiglio Supremo per garantire la sopravvivenza delle razze.
Il Consiglio è composto da guerrieri leggendari, missionari con saio, signorie di alto
lignaggio, rappresentanti di ogni terra del mondo conosciuto. Lo scopo del Consiglio era
inizialmente mantenere la pace fra i regni, ma con il passare del tempo la sua funzione si è
ristretta ad una coabitazione forzata dei membri e a ore interminabili di assemblee per
decidere il più disparato degli editti.
In questo clima politico "stabile", nasce una nuova figura lavorativa: l'Eroe a pagamento.
Strappate "prematuramente" dai campi di battaglia, le vite dei combattenti scorrono
"lentamente"; senza un salario e uno scopo da perseguire, costretti spesso ad atti vili di
briganteria per sopravvivere. I più valorosi si sono organizzati in gruppi, e vengono create
le prime gilde; Eroi che vivono “alla giornata”, eseguendo Imprese in cambio di denaro.
Purtroppo la carestia ha ridotto questi lavori al semplice aiuto nei campi o col bestiame;
è dunque frequente che questi gruppi si riuniscono sotto lo stesso tetto, soddisfacendo i voleri
di un signore che li mantiene. Questo immenso potere bellico al servizio di un solo
individuo, spesso sfocia in dittatura; alcune gilde arrivano a contare centinaia di membri, e
fioriscono piccole e grandi comunità, sotto un padrone.
Cosi questa Era "senza guerra", in realtà ha più conflitti di prima; subdoli e coperti da
tenebri pensieri, si consumano alla luce del giorno senza troppi problemi.
La legge è tuttavia presente nelle città, guardie imperiali pattugliano gli scali commerciali
e le postazioni di frontiera rispondendo direttamente al Consiglio Supremo.
Nel 361 uno scriba riporta parte del racconto di un contadino del regno di Saiter durante
un’ assemblea del popolo in cui è presente anche il Consiglio:

Dal libro di inverno

"...Costui è un individuo di famiglia nobile, con poderi immensi a colture o bestiame; la
sua residenza conta più di cento stanze, e fa apparire la collina un monte nero che
squarcia il cielo. La gente del posto è succube di questa figura che chiama: Nerofumo.
A capo di una gilda numerosa, utilizza Eroi leggendari come burattini per il proprio
tornaconto, facendo di loro schiavisti, giudici e boia di noi povera gente. Lui appare
scarno e ricurvo su se stesso, ma è forte come un toro con gli occhi di un diavolo e la
pelle di un viola pallidissimo..."

 

La situazione dei piccoli villaggi era nota al consiglio; lontano dalle grandi città
presidiate dall’impero consigliare, era facile arricchirsi, assoldando eserciti per un tozzo
di pane. Ma durante il racconto più di un consigliere era impallidito; le vicende
riportate dall'uomo erano di una ferocia e malvagità inaudita. Dapprima
sgomenti per le sorti di quelle persone, presto tornarono a non pensarci più;
l'impossibilità di agire in un paese così lontano, era alla base del fallimento del consiglio.
Di fatto la gestione di queste terre spesso desolate, se non per qualche casa riunita lungo
i corsi d'acqua, veniva affidata ad un governatore; questo sotto la responsabilità del
consigliere territoriale, doveva far rispettare la legge, occuparsi dei dazi doganali e
dell'amministrazione economica e sociale di tutta la comunità. I governatori si
rivelarono inetti, o ancor peggio erano loro i primi ad abbandonare la via legale per i
porci comodi. Tra i consiglieri che udirono il racconto vi era un lord di Deres;
Omond figlio di Oriam signore di Indar. La sua audacia e intelletto lo avevano
fatto divenire primo cavaliere e poi generale delle forze armate di tutta Deres.
Ora nel consiglio, era convinto che le forze oscure si stessero pian piano prendendo
i popoli, le terre libere e le risorse per ricostruire un regno di terrore.
Cercò di spronare invano gli altri consiglieri, che si curavano più dei propri interessi, fino
ad esporsi, accusandoli di non operare giustamente la loro carica.
Uno di questi, Ulian di Abytas di tutta risposta sogghignava e intrecciava le mani; fu schernito, deriso e
minacciato di morte per la sua sfrontatezza. Dopo un tentativo di assassinio durante

una battuta di caccia, non potendo più fidarsi di nessuno, la notte del solstizio di primavera abbandonò il
palazzo e si rifugiò nel monastero di NoMoN, alle porte della città di Keru. Un caro
amico lo aspettava: Todjin di Calgara un sacerdote del vecchio ordine, con il quale aveva
solcato i mari in giovane età. Parlarono per giorni e quel racconto tormentava le notti con
incubi e presagi nefasti. Dopo circa un mese dal monastero partirono decine di frati per
colline, valli e mari, ogni landa sperduta fu considerata, il messaggio era chiaro.... reclutate.
Qui nasce -NoMoN- La Gilda dei Rinnegati. Per anni si è cercato di Eroi senza gloria,
Personaggi di tutto il mondo scelti tra le fila di banditi, rivoluzionari e guerrieri senza
eguali, ripudiati dai lord e ricercati nelle loro terre, ma fedeli al proprio onore, alla parola
data alle proprie genti e incuranti delle taglie sulle loro teste.
Intanto il male è cresciuto, orde di bestie e mostri vivono sulla terra, la Gilda ha lo scopo
di operare in segreto, ripulendo aree infestate da questi, portando a giustizia Personaggi
avidi delle nuove signorie, sconfiggendo le Gilde Oscure e ostacolando i piani
di chi vuole arricchirsi con morte e distruzione. Vi viene offerta una vita al soldo della pace.
Nessuno correrà in vostro aiuto, potete fare affidamento solo sulle vostre capacità.
La risoluzione delle Imprese è il vostro unico obbiettivo, il resto lo farà la vostra morale.

Purtroppo il male non dorme mai e il vostro servizio è già richiesto altrove....


  • Cleps, the Elf - Innuendo, Nedo e 3 altri piace questo

#2 Aronwolf

Aronwolf

    Cacciatore di goblin

  • Membri
    • Member ID: 1907
  • 462 Messaggi:
  • 1 Grazie!

Inviato 12 giugno 2016 - 15:36

Presentazione
Salve Heroquester, mi chiamo Joselito Casula (qui mi conoscete come Mondor) sono un ragazzo sardo, nato a Cagliari un'pò di primavere fa (non troppe però eh! ;-) ). Molti di voi "hanno avuto a che fare con me" e per gli altri credo basti vedere un po il Forum per capire che sono appassionato di Fantasy, Scultura e Arte in generale.
Facevo il liceo artistico quando ho deciso che la scatola di HeroQuest aveva bisogno di una "ventata di freschezza", cosi ho iniziato a creare un regolamento sulla linea di questo e grazie ad un gruppo di amici ho testato, correggendo di volta in volta alcune regole per adattarle meglio ad uno stile di gioco semplice ma profondo. Con gli anni purtroppo ho abbandonato il gioco e gli amici hanno trovato altre strade, ma poco meno di 2 anni fa durante il trasloco... ritorno al passato! Ritrovando tutto il materiale, ho deciso di continuare quello che avevo iniziato. Rimettendomi a lavoro con idee maturate ho cambiato molte cose, il supporto tecnico del gruppo " I Rinnegati" e gli amici appassionati di videogame e GdR, mi hanno aiutato e aiutano ancora tantissimo in questa crociata che ancora non trova fine e posso sinceramente ammettere che senza i loro aiuto sarei molto indietro ancora...Grazie a tutti Voi!
Ora il gioco è in fase di Playtest con le nuove regole inserite e posterò questo sottoforma di PhotoStory, cosi conoscerete "la sua forma" e le cose che piano piano realizzerò. L'idea è quella di distribuire delle "Versioni Tester" ad alcuni qui, in modo da avere un parere totalmente "staccato" e obbiettivo su un progetto tanto grande quanto ambizioso per me. Sono consapevole che ci vuole ancora molto lavoro per dare luce al gioco completo, per il momento sto "supportando" questo con materiale preso da altri giochi e materiale mio, lavorandoci sodo e realizzando tutto da zero, sono comunque fiducioso e andrò avanti anche grazie al vostro sostegno che fino ad oggi mi ha portato qui. Infatti credo che questo sia il primo gioco che si "finanzierà da solo"; tutti gli acquisti fatti a me con tabelloni e miniature mi hanno aiutato tantissimo a fare pratica e mettere da parte qualche soldo per materiali e tempo di studio. Adesso ho di fatto intenzione di proporre alla comunity dei Pack che gli appartengono e che possono essere sfruttati sin da subito con i giochi in vostro possesso (soprattuto con il nostro amato Heroquest), nell'attesa che questi un giorno possano "vivere" il gioco per il quale son stati concepiti.
Si tratterà di plance modulari a tema con delle miniature o arredi che ho realizzato appositamente e un'Impresa per poterle giocare da subito con Heroquest. Per questo vi rimando alla Sezione Mercatino Altri Giochi dove di volta in volta pubblicherò gli annunci dei Pack disponibili. Nei post dedicati "Le Avventure di NoMoN" troverete le informazioni dell'Impresa, un'anteprima delle Plance, un' "Ambiente demo" scaricabile gratuitamente, immagini degli arredi o miniature che saranno compresi nel Pack.
Eventuali domande, commenti, critiche e suggerimenti in generale potrete postarle nella Discussione "La Locanda di NoMoN", con dei riferimenti a quello che pubblico qui, cosi da lasciare questa, libera all'esposizione del gioco.
Lasciatemi aggiungere che ringrazio la Redazione del Portale/Forum per avermi permesso di pubblicare questo lavoro, se un giorno riuscirò a fargli dare "luce" sarà anche grazie al vostro impegno. Ovviamente lascio a voi la struttura di questi Argomenti, per me possono rimanere anche cosi ;-)

Premessa
Il "Mondo di NoMoN" è in continuo mutare, la guerra ha segnato tutti i paesi, molte razze hanno rischiato di estinguersi. Una volta terminata questa, le terre conosciute sono devastate dalle carestie e anche dove c'è ricchezza non si spartisce. I Personaggi di NoMoN sono "Rinnegati", rivoluzionari contro un Consiglio ormai sterile e troppo distante dalla reale situazione. Ricercati dalle autorità, forse la loro Fama sconfiggerà i pregiudizi e persona dopo persona saranno riconosciuti come Eroi...o forse no!
Lo scopo della Gilda non è solo aiutare gli indifesi e fare giustizia, i Rinnegati studiano dei piani per poter cambiare le cose senza avere la burocrazia come un muro invalicabile, si agisce in segreto e si porta a compito l'Impresa affidata, ormai la giustizia si vende per poco e loro dovranno fare il "lavoro sporco", uccidendo capi clan e raziando le casse dei rifugi di Nobili venduti o Mostri schiavisti, nessuno li aiuterà ufficialmente, dovranno raccogliere i fondi per andare avanti nelle Imprese a venire.
Sono ricercati nelle loro terre natie, ma le Avventure affrontate echeggieranno rindondanti, facendogli "terra bruciata"...



i1hclx.jpg


La storia
Corre l'anno 368 della 5' Era, il mondo conosciuto è in pace apparente. I grandi regni
sovrani, segnati con carestie e morte dalla guerra, hanno stipulato il trattato di Yoks nel 350
e formato il Consiglio Supremo per garantire la sopravvivenza delle razze.
Il Consiglio è composto da guerrieri leggendari, missionari con saio, signorie di alto
lignaggio, rappresentanti di ogni terra del mondo conosciuto. Lo scopo del Consiglio era
inizialmente mantenere la pace fra i regni, ma con il passare del tempo la sua funzione si è
ristretta ad una coabitazione forzata dei membri e a ore interminabili di assemblee per
decidere il più disparato degli editti.
In questo clima politico "stabile", nasce una nuova figura lavorativa: l'Eroe a pagamento.
Strappate "prematuramente" dai campi di battaglia, le vite dei combattenti scorrono
"lentamente"; senza un salario e uno scopo da perseguire, costretti spesso ad atti vili di
briganteria per sopravvivere. I più valorosi si sono organizzati in gruppi, e vengono create
le prime gilde; Eroi che vivono “alla giornata”, eseguendo Imprese in cambio di denaro.
Purtroppo la carestia ha ridotto questi lavori al semplice aiuto nei campi o col bestiame;
è dunque frequente che questi gruppi si riuniscono sotto lo stesso tetto, soddisfacendo i voleri
di un signore che li mantiene. Questo immenso potere bellico al servizio di un solo
individuo, spesso sfocia in dittatura; alcune gilde arrivano a contare centinaia di membri, e
fioriscono piccole e grandi comunità, sotto un padrone.
Cosi questa Era "senza guerra", in realtà ha più conflitti di prima; subdoli e coperti da
tenebri pensieri, si consumano alla luce del giorno senza troppi problemi.
La legge è tuttavia presente nelle città, guardie imperiali pattugliano gli scali commerciali
e le postazioni di frontiera rispondendo direttamente al Consiglio Supremo.
Nel 361 uno scriba riporta parte del racconto di un contadino del regno di Saiter durante
un’ assemblea del popolo in cui è presente anche il Consiglio:

Dal libro di inverno

"...Costui è un individuo di famiglia nobile, con poderi immensi a colture o bestiame; la
sua residenza conta più di cento stanze, e fa apparire la collina un monte nero che
squarcia il cielo. La gente del posto è succube di questa figura che chiama: Nerofumo.
A capo di una gilda numerosa, utilizza Eroi leggendari come burattini per il proprio
tornaconto, facendo di loro schiavisti, giudici e boia di noi povera gente. Lui appare
scarno e ricurvo su se stesso, ma è forte come un toro con gli occhi di un diavolo e la
pelle di un viola pallidissimo..."


La situazione dei piccoli villaggi era nota al consiglio; lontano dalle grandi città
presidiate dall’impero consigliare, era facile arricchirsi, assoldando eserciti per un tozzo
di pane. Ma durante il racconto più di un consigliere era impallidito; le vicende
riportate dall'uomo erano di una ferocia e malvagità inaudita. Dapprima
sgomenti per le sorti di quelle persone, presto tornarono a non pensarci più;
l'impossibilità di agire in un paese così lontano, era alla base del fallimento del consiglio.
Di fatto la gestione di queste terre spesso desolate, se non per qualche casa riunita lungo
i corsi d'acqua, veniva affidata ad un governatore; questo sotto la responsabilità del
consigliere territoriale, doveva far rispettare la legge, occuparsi dei dazi doganali e
dell'amministrazione economica e sociale di tutta la comunità. I governatori si
rivelarono inetti, o ancor peggio erano loro i primi ad abbandonare la via legale per i
porci comodi. Tra i consiglieri che udirono il racconto vi era un lord di Deres;
Omond figlio di Oriam signore di Indar. La sua audacia e intelletto lo avevano
fatto divenire primo cavaliere e poi generale delle forze armate di tutta Deres.
Ora nel consiglio, era convinto che le forze oscure si stessero pian piano prendendo
i popoli, le terre libere e le risorse per ricostruire un regno di terrore.
Cercò di spronare invano gli altri consiglieri, che si curavano più dei propri interessi, fino
ad esporsi, accusandoli di non operare giustamente la loro carica.
Uno di questi, Ulian di Abytas di tutta risposta sogghignava e intrecciava le mani; fu schernito, deriso e
minacciato di morte per la sua sfrontatezza. Dopo un tentativo di assassinio durante
una battuta di caccia, non potendo più fidarsi di nessuno, la notte del solstizio di primavera abbandonò il
palazzo e si rifugiò nel monastero di NoMoN, alle porte della città di Keru. Un caro
amico lo aspettava: Todjin di Calgara un sacerdote del vecchio ordine, con il quale aveva
solcato i mari in giovane età. Parlarono per giorni e quel racconto tormentava le notti con
incubi e presagi nefasti. Dopo circa un mese dal monastero partirono decine di frati per
colline, valli e mari, ogni landa sperduta fu considerata, il messaggio era chiaro.... reclutate.
Qui nasce -NoMoN- La Gilda dei Rinnegati. Per anni si è cercato di Eroi senza gloria,
Personaggi di tutto il mondo scelti tra le fila di banditi, rivoluzionari e guerrieri senza
eguali, ripudiati dai lord e ricercati nelle loro terre, ma fedeli al proprio onore, alla parola
data alle proprie genti e incuranti delle taglie sulle loro teste.
Intanto il male è cresciuto, orde di bestie e mostri vivono sulla terra, la Gilda ha lo scopo
di operare in segreto, ripulendo aree infestate da questi, portando a giustizia Personaggi
avidi delle nuove signorie, sconfiggendo le Gilde Oscure e ostacolando i piani
di chi vuole arricchirsi con morte e distruzione. Vi viene offerta una vita al soldo della pace.
Nessuno correrà in vostro aiuto, potete fare affidamento solo sulle vostre capacità.
La risoluzione delle Imprese è il vostro unico obbiettivo, il resto lo farà la vostra morale.

Purtroppo il male non dorme mai e il vostro servizio è già richiesto altrove....

Le premesse mi piacciono!
! Que viva la revolution!
Ti seguirò

#3 Cleps

Cleps

    Spadaccino apprendista

  • HeroquestForger
    • Member ID: 25
  • 1248 Messaggi:
  • 14 Grazie!

Awards

  

Inviato 12 giugno 2016 - 15:57

Figata.. una boccata di aria nuova!!!

aspetto l'evoluzione!



#4 Mondor

Mondor

    Spadaccino dilettante

  • Ospiti
    • Member ID: 1608
  • 845 Messaggi:
  • 5 Grazie!
  • Scrivo dadove mi trovo

Inviato 13 giugno 2016 - 13:45

Introduzione:
“-NoMoN- La Gilda dei Rinnegati” é un gioco fantasy che narra di avventure. La struttura
é un approccio al gioco di ruolo nel quale delle miniature si muovono su un tabellone con
scenario alternato da fasi di dialogo e racconti: le ambientazioni, le vicende e i ruoli dei
Personaggi non giocanti,  vengono gestiti e descritti dal giocatore che interpreta il Maestro, mentre gli
altri giocatori interpretano le gesta dei Rinnegati che combattono per la Gilda.
Quando questi si trovano alla Gilda, possono riposare e riprendere le forze (Punti corpo  
e Punti Mente al massimo), il monastero ospita tutti con un rifugio e una cassa per
conservare fino a 20 oggetti di varie dimensioni. Dopo ogni Impresa completata, con successo o no, i Rinnegati
potranno tornare alla Gilda per ricevere informazioni ed essere reclutati per nuove Imprese.

 

Gli Eroi Rinnegati:
Una volta deciso chi interpreta il Maestro, ogni giocatore restante, sceglie il ruolo del Rinnegato
che vuole interpretare. Tutti hanno le stesse possibilità di fallire o riuscire nell’intento,
saper utilizzare al meglio le potenzialità del Personaggio scelto, sarà la chiave per la riuscita
di qualsiasi Impresa durante l’Avventura.
I Rinnegati sono suddivisi in 3 classi distinte da colori diversi:

       Rinnegati che utilizzano molto la magia e meno le armi.

       Rinnegati che utilizzano sia la magia che le armi

       Rinnegati che utilizzano poco la magia e fanno grande utilizzo delle armi.


Queste classi distinguono anche l’utilizzo delle protezioni da difesa,
degli Oggetti Unici e delle Doti Innate; per questi vi rimandiamo alle sezioni dedicate.

La Scelta del Rinnegato:
Tutti i Rinnegati fanno parte della storia narrata e non sempre dal loro passato trarrete giovamento durante l’Avventura.

Ricordiamo infatti che, pur essendo "animi nobili" sono comunque banditi; ricercati dalla legge del Consiglio Supremo.

-Se sei una persona a cui piace agire di istinto magari affiancato dalla forza nel
  combattimento; scegli un Rinnegato tra quelli che usano molto le armi.
-Se il tuo carattere è spensierato e ti piace cambiare spesso ruolo provando un'pò tutto;

  scegli un Rinnegato che utilizza sia le armi che la magia.
-Se ti piace ragionare sulle cose e prendere con cautela gli eventi per ponderare una decisione
  risolutiva; scegli un Rinnegato che utilizza molto la magia.

Da queste “linee guida” cerca il Rinnegato che più si addice al tuo modo di pensare, anche se
possiedono caratteristiche distintive, sarai tu a “scrivere” la loro Leggenda!


  • Cleps, Maestro Ludico e Harleyblue piace questo

#5 Mondor

Mondor

    Spadaccino dilettante

  • Ospiti
    • Member ID: 1608
  • 845 Messaggi:
  • 5 Grazie!
  • Scrivo dadove mi trovo

Inviato 15 giugno 2016 - 15:12

Chiedo scusa per l'italiano "maccheronico", ma riporto i playtest di fretta e non ho nessuno per revisionare quello che scrivo, abbiate pazienza ma dedico le forze per andare avanti nella realizzazione! ;-)

 

Prologo

Dopo aver trascorso qualche giorno nella Gilda e conosciuto i suoi "attuali abitanti", alcuni Rinnegati vengono convocati nella grande sala di Preghiera...
Julius Kranthot: Necromante e maestro di Magia oscura delle terre di Gallh;
Askator Madus: Prode guerriero delle lande sperdute del Nord;
Tariht Phuia: Chierico e sacerdotessa devota alla Dea Kryama;
Lucius Croda: Ladro nobile e infallibile combattente;
Shardan Clado: Mago rivoluzionario delle Valli Ombrose;
Ilay Berlon:Ranger di Pial e abile balestriere.
La sala è gremita di monaci e poco alla volta si sistemano alle pareti della grande sala circolare. I Rinnegati vengono fatti accomodare al centro, dove è stata posta una quantità sufficiente di tappeti per stare comodi.
Nella sala entrano Omond e Maestro Todjin...
"Amici Rinnegati!" Esclama Omond con aria sorridente..
"Sono contento di trovarvi qui e spero che la permanenza al monastero abbia soddisfatto le vostre necessità. Oggi siamo qui per capire il vostro stato fisico e le capacitá belliche-tattiche che vi appartengono, non preoccupatevi troppo, Maestro Todjin insieme agli altri monaci vi condurranno dentro un Incanto di concentrazione e inizierete una serie di prove, tutto ciò che possedete sarà disponibile durante questa prova, anche se tutto avviene come in un sogno."
"Una bella dormita la faccio volentieri!" Interrompe Askator mentre già si sistema steso sul giaciglio.
"Sarà come un sogno Askator di Tokra, ma dovrete combattere e trovare la via
di fuga dal palazzo dove vi troverete." Con una strizzata d'occhio il guerriero annuisce mentre gli altri si erano già sistemati per terra insieme a lui.
I monaci riuniti in un solo coro, intonano una nenia di preghiera e ai Rinnegati sembra come di essere  avvolti da una nebbia fittissima.
Quando la nebbia si dirada, come per destarsi dal sonno, si ritrovano in una stanza ampia con una sola porta grande a doppio battente.

Allega file  1.jpg   178,23K   0 Numero di downloads

Senza indugi i prodi iniziano a perlustrare l'ambiente, con una ricerca di tesori e meccanismi, il chirico scopre un goblin nascosto dietro la libreria (carta evento) che gli da una pedata e poi soccombe sotto la forza distruttiva del gruppo. Anche se dentro un sogno apparente, capiscono subito di dover stare attenti alle minacce che incombono, non sono al sicuro e di comune accordo pianificano una tattica.
Nel frattempo il ladro che non trova nulla di interessante in tutto ciò, pensa bene di andare avanti attraverso la porta e si apre a lui un corridoio largo con una svolta a destra, illuminato da 2 fiaccole a parete. Tutto è in silenzio e lui scruta minuziosamente attorno a se alla ricerca di qualche trappola.

É il mago Shardana peró ad individuare un meccanismo sospetto sulla torcia del corridoio che va verso destra e incita tutti alla calma facendosi avanti sicuro dei suoi sensi.
Il ranger e il chirico lo seguono come un ombra e notano che in fondo ai bracci dei corridoi si intravedono delle porte.
Dopo un breve dialogo tra i valorosi si decide per andare verso la porta piccola, pensando forse che alla sua grandezza sia rapportata la complessità dell'antro che nasconde...

Allega file  2.jpg   146,08K   0 Numero di downloads
Nel frattempo il ranger, che distratto non ascoltava i compagni, si allontana di qualche passo e per "far luce sulla situazione" estrae la fiaccola con il meccanismo.
D'improvviso si arresta,  un filo metallico trattiene la torcia e fa sprofondare due dei suoi amici in botole poco profonde; la caduta lascia qualche graffio e quasi incollerito Ilay tenta di stracciare la torcia dal filo che la trattiene.
Viene fermato prontamente da un grido del mago, che vede vacillare la soglia del trabocchetto come se si potesse chiudere sopra la sua testa da un momento all'altro. Avvilito e costretto a mantenere la torcia in mano con il filo in tensione, i suoi compagni si mettono in salvo risalendo le botole, intanto intona un canto da mercenari che piace un po a tutti e sicuramente risolleva il morale della compagnia, angosciata per aver trovato solo guai fin dall'inizio. Appena lasciata la torcia, le botole si richiudono come fauci, ritornando perfettamente in posizione.

Allega file  3.jpg   129,55K   0 Numero di downloads
Un brivido freddo percorre peró la schiena dei malcapitati, che poco prima non sapendo, avevano rischiato la vita.

L' avventura prosegue attraverso la piccola porta nel corridoio di destra, Lucius origlia dalla porta.. "Ragazzi c'è rumore qui dentro.." E in men che non si dica lui e Askator fanno irruzione con un calcio, neanche il tempo di accorgersene e un orco lascia la vita terrena, mentre un altro scappa dietro un anfratto per mettere in salvo la vita...o qualcos'altro...perché Shardana, entrato nella stanza in quel momento, lo vede armeggiare accanto ad un muro e sospettoso, scruta l' ambiente rivelando dei trabocchetti.

Allega file  4.jpg   161,04K   0 Numero di downloads

Purtroppo non fa a tempo a mettere tutti al corrente e mentre i compagni si fanno avanti a colpi di spade, il chirico entra correndo nella stanza, forse preoccupata dalla mischia, incautamente fa scattare una trappola freccia! Fortunatamente si scaglia contro una parete, gelidi sguardi gli rivolgono i compagni, esortandola a fare attenzione a dove mette i piedi...

Lucius Croda si fa avanti e apre la porta dietro l'anfratto dove si era nascosto il mostro poco prima; si presenta a lui un ambiente grande ed illuminato, con mostri armati di tutto punto.

Allega file  5.jpg   404,8K   0 Numero di downloads

Infatti non fa a tempo a batter ciglio, che viene ricoperto da una raffica di freccie, ma protetto dalla buona sorte, scopre che i pelleverde non hanno molta pratica con gli archi e viene colpito giusto di striscio.


Quella che segue é una lotta furibonda coinvolgendo tutti in ben tre stanze collegate da archi in pietra.
"Palla di fuoco!" Urla Shardana facendo affidamento al suo Incanto di prestigio, ma purtroppo per lui il goblin é lesto e con uno scatto evita la sfera infuocata che esplode su un portone mandandolo in  pezzi. Il boato sveglia il caos, che potenziato dalla notte arrivata furtiva nell' Impresa, si getta completamente nella lotta richiamando l'orda assetata di sangue. I Rinnegati combattono senza sosta, chi taglia la testa ad un goblin con il cerchio dentato, chi spara dardi incantati appendendo orchi alle pareti. La battaglia é cosi truce che Clado è costretto ad arretrare per recuperare le forze grazie ad un Incanto, mentre il necromante affida la battaglia ad un servitore zombi evocato per l'occasione. Il caos non lascia tregua ai Rinnegati; senza aver mangiato nulla e senza aver potuto riposare sia il necromante che il chirico svengono a terra stremati dalle forze avverse. Proprio in quell' istante Askator e Lucius scorgono un uomo legato su un tavolo di tortura, fino ad allora non avevano notato la figura svenuta per via della troppa foga in battaglia.

Allega file  6.jpg   179,15K   0 Numero di downloads

Il guerriero sradica il corpo di un orchetto dal suo spadone a due mani e mentre si avvicina alla figura esanime, una freccia scagliata alle sue spalle trafigge la testa della vittima finendo le sue pene; l'ultimo pelleverde rimasto, sputando sangue per i colpi ricevuti, riesce a trafiggere mortalmente l'imprigionato che esala l'ultimo respiro....

Allega file  IMG-20160607-WA0017.jpg   388,48K   0 Numero di downloads
Un silenzio cade nella stanza stroncato dallo scricchiolio osseo del cranio goblin, la minaccia é svanita in una pozza di sangue puzzolente, ma tra i sopravvissuti nessuno sorride, i due svenuti riprendono conoscenza e visto il campo sgombro da nemici, mangiano qualcosa prima di addormentarsi stremati. Il gruppo é provato e stanco, la giornata é appena iniziata e sono giá all'estremo delle forze. La notte è stata un bagno di sangue e non sono riusciti a salvare la vita di un "innocente", quali drammi li aspettano in questo giorno? Sarà sicuro il posto che hanno scelto per dormire?
Dubbi annientano le loro menti mentre prendono sonno...
 

 


  • Gian, Maestro Ludico e Aronwolf piace questo

#6 Maestro Ludico

Maestro Ludico

    Spadaccino di corte

  • Ospiti
    • Member ID: 1334
  • 1447 Messaggi:
  • 4 Grazie!
  • Scrivo daModena

Inviato 15 giugno 2016 - 15:32

Bellissima narrazione e gran bell'avventura! Questo è un gioco con un potenziale enorme!

 

Solo una cosa: chi ha osato calarsi nei panni di Julius Kranthot senza il mio permesso?  :lichmalignus:



#7 Cleps

Cleps

    Spadaccino apprendista

  • HeroquestForger
    • Member ID: 25
  • 1248 Messaggi:
  • 14 Grazie!

Awards

  

Inviato 15 giugno 2016 - 16:29

cavolo sei riuscito a realizzare i portali simili a quelli di Darklight ma loro alla fine li hanno scartati.... sei un MITOOO!!!!

 

veramente bella la storia.. a questo punto sono incuriosito dalle meccaniche e dalla creazione del dungeon.... forza mondor!!



#8 Aronwolf

Aronwolf

    Cacciatore di goblin

  • Membri
    • Member ID: 1907
  • 462 Messaggi:
  • 1 Grazie!

Inviato 15 giugno 2016 - 17:29

Bravo Mondor, son curioso riguardo alle meccaniche di combattimento. ... spero le spiegazioni arrivino presto.
Faccio il tifo per questo nuovo gioco... altro che kickstarter vari!

#9 Kaele

Kaele

    Collezionista di goblin morti

  • Membri
    • Member ID: 1086
  • 10 Messaggi:
  • 0 Grazie!
  • Scrivo daSinnai

Inviato 16 settembre 2016 - 09:26

Mi piace molto come idea e anche quello che sta uscendo, in più sei anche Kasteddaio, cosa vogliamo di più? ;)
  • Maestro Ludico e Mondor piace questo

#10 Mondor

Mondor

    Spadaccino dilettante

  • Ospiti
    • Member ID: 1608
  • 845 Messaggi:
  • 5 Grazie!
  • Scrivo dadove mi trovo

Inviato 16 settembre 2016 - 14:29

Mi piace molto come idea e anche quello che sta uscendo, in più sei anche Kasteddaio, cosa vogliamo di più? ;-)

Kaele è un vero piacere!! Ti ringrazio, il presupposto è che sia davvero un po di aria fresca come gioco e non il solito quartetto di eroi in difesa del bene! In caso tu sia libero, ogni venerdi notte nella zona di Oristano organizzo dei playtest!! Sarebbe un'onore!







Anche taggato con idee per nuove regole

0 heroquester(s) stanno leggendo questa discussione

0 heroquesters, 0 ospiti, 0 heroquesters anonimi